Dal 12 ottobre Infortuni brevi da comunicare all’Inail

12 ottobre 2017

 

Dal 12 ottobre 2017 i datori di lavoro hanno l’obbligo di comunicare in via telematica all’INAIL entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, a fini statistici e informativi, i dati e le informazioni relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell'evento.

L’INAIL, con la circolare n. 42 del 12 ottobre 2017, ha fornito le istruzioni operative per consentire l’osservanza dell’obbligo.

Nuovo servizio telematico

L’INAIL fa presente di aver reso disponibile il nuovo servizio telematico “Comunicazione di infortunio” per i datori di lavoro assicurati all’Istituto e per i datori di lavoro privati di lavoratori assicurati presso altri enti o con polizze private, nonché per i loro intermediari.

Il servizio on line, differenziato rispetto al settore di appartenenza del datore di lavoro anche in base alle modalità di gestione dell’assicurazione, riguarda: le gestione industria, artigianato, servizi e pubbliche amministrazioni titolari di posizione assicurativa territoriale (Pat); la gestione per conto dello Stato; il settore navigazione marittima, titolari di posizione assicurativa navigazione (Pan); la gestione agricoltura; i datori di lavoro privati di lavoratori assicurati presso altri enti o con polizze private.

I datori di lavoro con soggetti assicurati all’INAIL (gestioni Iaspa, conto Stato, settore navigazione) o i loro intermediari, nel caso in cui la prognosi oggetto di “Comunicazione di infortunio” si prolunghi oltre i tre giorni, hanno l’obbligo di inoltrare, ai fini assicurativi, la “Denuncia/comunicazione d’infortunio”, cion una duplicazione degli adempimenti.

Sanzioni

Il mancato rispetto dei termini previsti per l’invio della comunicazione d’infortunio di un solo giorno a fini statistici e informativi determina l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 548,00 a 1972,80 euro.

 

Adempimenti dei lavoratori

Il lavoratore, in caso di infortunio, deve fornire al datore di lavoro i riferimenti del certificato medico, ovvero il numero identificativo, la data di rilascio e i giorni di prognosi indicati nel certificato stesso. In tal modo potrà assolvere all’obbligo di dare immediata notizia al datore di lavoro di qualsiasi infortunio, anche di lieve entità.

Nel caso in cui il lavoratore non disponga del numero identificativo del certificato, dovrà fornire al datore di lavoro il certificato medico in forma cartacea.

 

Archivio news

 

News dello studio

gen22

22/01/2018

Pagamento retribuzioni no ai contanti da luglio 2018

Pagamento delle retribuzioni no ai contanti da luglio 2018   Da luglio 2018 i datori di lavoro e i committenti non potranno più erogare le retribuzioni, relativi acconti e i compensi in

gen2

02/01/2018

Online Corsi di aggiornamento Sicurezza sul Lavoro

INSERIMENTO Nuovi corsi on line per addetti alla sicurezza nella pagina CORSI SICUREZZA    

dic19

19/12/2017

COS'E' WEB DESK E PERCHE' UTILIZZARLO

Risparmio tempo, carta e rispetto della normativa sulla privacy nel dettaglio: 1) DATI LAVORATORE E CALENDARIO PRESENZE PRECARICATIQualora il Cliente non disponga di un sistema di rilevazione presenze,

News

ott19

19/10/2018

Note di rettifica sospese: 30 giorni in più per gestire le domande di CIG

Arriva dall’INPS il messaggio n. 3880

ott19

19/10/2018

Artigiani e commercianti 2018: disponibili F24 di versamento per i contributi

Con il messaggio n. 3878 del 2018, l’INPS

ott19

19/10/2018

Datori di lavoro agricoli: nuove funzionalità per la denuncia aziendale dall'INPS

Nel messaggio n. 3879 del 2018, l’INPS